I sogni non svaniscono, finché le persone non li abbandonano

(dal romanzo inedito Il Cercatore di Meraviglie) “I sogni non svaniscono, finché le persone non li abbandonano”, diceva Capitan Harlock nel mio cartone d’infanzia preferito. Io odio l’orientamento. Nuova chiamata. Un altro liceo scientifico in cui mi hanno chiamato per una supplenza dall’oggi al domani. E chissà per quanto. Intanto fanno già due settimane. In realtà dovrei distrarmi un po’, magari prendere una piccola vacanza. L’emicrania è forte. Ma non posso. Anzi, mi sono reso disponibile Leggi tutto…

IO SONO QUATTRO (da un racconto di Stefania Contardi)

Io non sono quattro. Io non sono il mio voto. Perché valutare è valorizzare, non condannare. E un quattro è una condanna. Un quattro non è recuperabile… ——— IO SONO QUATTRO Ieri pioveva. Oggi diluvia. A scuola mi accingo a fare l’appello, quando mi accordo che in terza fila c’è una ragazza nuova. Cerco i suoi occhi, ma ha la testa chinata sul banco e non riesco a vederla in faccia. Vedo solo uno chignon Leggi tutto…

GENOVA, LA FENICE SUPERBA

 (di Stefania Contardi, brano tratto da “Racconti Liguri”, Historica Edizioni, 2018) TORNARE A GENOVA E’ DIVERSO La fenice Superba riemerge sempre dalle ceneri. E’ il mare, capace di spazzare via la nebbia delle solitudini. Solitudine. Condizione e sentimento nei quali l’individuo si isola per scelta propria (se di indole solitaria), per vicende personali e accidentali di vita, o perché isolato o ostracizzato dagli altri esseri umani, generando un rapporto (non sempre) privilegiato con se stesso. (liberamente tratto da Wikipedia) Le parole sono importanti. I Leggi tutto…

IL MIO MAESTRALE

Premio Speciale Giuria al Premio Internazionale di Poesia “Il Sublime”, 2018.  “Il Mio Maestrale” Rissoso a raffiche, reazionario, mutevole, guerresco, sconquassa agguerrito gli infissi, dissesta la festa di piazza, la spazza, s’azzuffa, s’impiglia, scompiglia le chiome, scarruffa le canne, sparpaglia il salice, il limone ondeggiante, comanda il pensiero, squinterna le idee, affossa le fisse, affonda gli affanni,  soffia, sbuffa nei carruggi serrati, stride tra i pertugi, ulula collera alla notte buia, arrischia, della tegola, l’equilibrio instabile, già dell’uomo, Leggi tutto…

618 GENOVA BY NIGHT IN DIRETTA

GENOVA IN DIRETTA Sono così sfatta che arranco fino al terzo piano ammezzato che oggi mi sembra l’ultimo piano del Pirellone. Mi butto sulla poltrona di pelle vintage che,  puff, cerca di rallentare l’aggressione repentina del mio peso morto. Non mi faccio nemmeno la doccia, ma riesco ad allungarmi senza alzarmi fino al sacchetto biodegradabile con la spesa da “single per un giorno”, acquistata nel supermarket di zona, aperto 24 h su 24. Genova sa essere Leggi tutto…

SE I BAMBINI GOVERNASSERO IL MONDO, LA SCUOLA SAREBBE PER GLI ADULTI

  SE I BAMBINI GOVERNASSERO IL MONDO… Il sogno è l’infinita ombra del Vero. (Giovanni Pascoli) […] Non sono più in quarta D al Vivaldi da qualche mese, ma ogni tanto mi giungono notizie; ad esempio della Baggio che pare abbia tirato fuori le sgrinfie, che non le manda più a dire a nessuno, in classe interviene e le mani le alza, ma solo per chiedere la parola. No, non ha più picchiato nessuno. Mi Leggi tutto…

C’E’ GIOIA PER TE

[…] Un passo indietro. Due settimane fa ricevetti una mail. Era prima di partire. “Se le è possibile, ci invii pure la gioia in formato pdf”. Seguono tutti i dettagli di invio. Il mittente era un ufficio di collocamento interinale. Mai fidarsi solo del Ministero dell’Istruzione. Sempre meglio darsi da fare anche altrove. In fondo credo di poter fare anche altro, oltre ad insegnare. Ma mentre lo penso non ne sono sicuro. Strano, mi dico, Leggi tutto…

BULLISMO? NO GRAZIE. W L’ORA DI GENTILEZZA

La gentilezza gode della proprietà transitiva, ma, ahimé, anche il suo contrario. In merito ai recenti fatti di bullismo verticale si è già detto tutto, anche troppo. Ora è tempo di riflessioni. E’ bene riflettere su come si è arrivati a tanto e a come ricostruire il futuro. E questo dipende solo da noi, la comunità educante tutta, genitori, docenti e quanti orbitano intorno ai giovani e al loro mondo senza comprenderlo, a volte senza Leggi tutto…

La Falce

A volte sei falce, a volte sei pala, un’ombra, la fossa, la luce che cala. Il master commander che causa e crea. La mano di tutto o di niente rea. Apnea di respiro o significato. La scossa sul ciglio dell’inappagato. Puoi soffiare vita, puoi soffiare vuoto. L’amante, il carnefice, l’acqua o il fuoco. Sei la mano tesa o la mano stesa. Il tutto, il niente, il molto, la resa. In questa danza macabra e grottesca, Leggi tutto…

L’ORA DI NOIA

[…] IMMAGINA: PUOI. Oggi la parola che cerco è Tempo. Anzi! Sono due: Tempo e Noia. Anzi, tre! Tempo, Noia e Immaginazione. Le cerco, tra l’altro…da tempo (battutaccia degna della Baggio di quarta D). Ho sempre pensato che bisogna un po’ perdersi per ritrovarsi e che in certi momenti precisi, sia necessario perdere tempo per guadagnare tempo. Quale momento migliore se non questo, in forzata vacanza da un’occupazione come la disoccupazione. Perdere tempo, per ritornare Leggi tutto…